Crema di cardo con uova di quaglia e tartufo

Crema di cardo con uova di quaglia e tartufo.

Notizia bella, notizia brutta, notizia così così.
Cominciamo dalla bella: questa sarà l’ultima foto postata alla come viene viene. Oggi questo computer andrà finalmente dal dottore, uno bravo, eh, un professore! Sarà curato e rimesso a posto e potrà essere di nuovo utilizzato in tutta la sua potenzialità. Per intenderci: riuscirò nuovamente a sistemare le foto in post produzione e salvarle pure, in modo da poterle pubblicare senza che sembrino uscite da un tuffo nella candeggina e una frullata di centrifuga.
Notizia così così: non so se il computer mi verrà consegnato in tempo per il post di lunedì; spero di poterlo pubblicare comunque, ma non ne sono sicura. Sopravviverete senza di me! Ne ho piena certezza!
Notizia brutta: vi beccate anche oggi la foto spenta e moscia, scattata come quella precedente con cinquanta persone intorno, pietanze in cottura da seguire, piatti e vassoi che andavano e tornavano dalla sala alla cucina, un menù troppo ricco, una cuoca un po’ stanca. Voi come fate quando avete la casa piena di ospiti? Riuscite a organizzare tutto? Riuscite a partecipare alla vostra festa o vi trovate in cucina a spignattare mentre i vostri ospiti cicalecciano in salotto? Riuscite a tener tutto sotto controllo?
Parliamone!

La ricetta dunque: avevo promesso solennemente di pubblicarla perché, nella sua estrema semplicità, è piaciuta molto: certo, gli ingredienti devono essere freschi e ottimi, ma è davvero molto molto facile.

Bicchierini con crema di cardo, uova di quaglia e tartufo

per 10 persone circa:

cardi, 2
panna, 250 g
latte, un bicchiere
burro, 50 g
uova di quaglia, 10
tartufo nero (o bianco), qb

Pulite bene i cardi, eliminando più filamenti possibile, senza utilizzare lame in metallo (io uso un coltello in ceramica o le mani, piegando le coste fino a spezzarle e poi “tirando” le due parti della costa per eliminare i filamenti più duri).  Riduceteli a pezzi e poi bolliteli in abbondante acqua bollente a cui avrete aggiunto il bicchiere di latte e un poco di sale. Dopo una decina di minuti assaggiateli: se fossero molto amari, scolateli e fateli bollire in nuova acqua e latte, bollenti e poco salati, per altri 10 minuti.
Quando i cardi saranno cotti, ma ancora al dente scolateli.
Fateli saltare in padella con 20 g circa di  burro e poi passate tutto al mixer, aggiungendo  la panna fresca  ed eventualmente anche 1/2 bicchiere di acqua calda, fino ad ottenere una crema densa, fluida e vellutata.
Aggiustate di sale e pepe.
Fate sciogliere in una larga padella i rimanenti 30 g di burro. Sgusciate in una terrina le uova di quaglia, quindi versatele in padella e fatele cuocere “all’occhio di bue” per un minuto.
Disponete nei bicchierini la crema di cardi, decorateli con un uovo di quaglia ciascuno e coprite con tartufo affettato al momento.

 

Note: Se non volete usare il tartufo potete sostituirlo con pancetta croccante, carciofi fritti, briciolone di pane integrale tostate in padella e speziate, pezzettini di taleggio, o altro formaggio,  chips di patate viola…..ecc. ecc.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.