1

Dolce bicchiere di colomba d’Abruzzo

99 colombe hanno spiccato il volo.
Un dolce bicchiere da Genova a L’Aquila


Oggi le 99 colombe hanno spiccato il volo.
Grazie a Lydia ed Artemisia, a Francesca, Alex ed Ornella il progetto di sostenere l’Azienda Sorelle Nurzia, di far conoscere i loro prodotti e di pubblicare oggi, tutti insieme, un nostro pensiero per loro, e per l’Abruzzo tutto, si è concretizzato.
Grazie, per averci permesso di partecipare.
Ho pensato molto a cosa pubblicare oggi. Volevo riuscire a creare un dolce, io che dolci ne faccio – e mangio – pochi, ma che fosse un dolce speciale: un abbraccio alla gente e alla terra d’Abruzzo, con i sapori e i profumi della mia terra.
E visto che mi sembrava un tantino eccessivo pensare ad una crema di pesto per accompagnare la colomba delle Sorelle Nurzia, ho utilizzato altri ingredienti liguri: i pinoli, il timo, lo Sciacchetrà e lo sciroppo di rose.
Non è una gara culinaria, non ci sono premi in palio: spero semplicemente che vi piaccia.


Dolce bicchiere di colomba d’Abruzzo.

per il cremoso ai pinoli e timo.

20g di pinoli
15g di zucchero
50g di latte
70 g di cioccolato bianco
90 g di panna montata
1 cucchiaino di foglioline di timo

per la bavarese allo Sciacchetrà.

100g di crema pasticcera
100 g di panna montata
6 g. di gelatina in fogli
20 g di Sciacchetrà delle Cinque terre

per la gelatina di rose:

60 g di sciroppo di rose
4 g di gelatina in fogli

1 colomba Tradizionale Sorelle Nurzia
1 bicchierino di Sciachetrà delle Cinque Terre
2 cestini di lamponi.


Per il cremoso ai pinoli e timo:

Scaldare il latte in un pentolino. Frullare i pinoli e mescolarli al latte. Unire le foglie di timo, portare ad ebollizione e spegnere. Coprire e lasciare in infusione cinque minuti.
Grattuggiare il cioccolato bianco in una ciotola. Filtrare da un colino il latte profumato, ancora caldo e versarlo sul cioccolato. Mescolare bene.
Unire la panna montata, mescolando con attenzione.

Per la bavarese allo Sciacchetrà:

Mettere a bagno la gelatina in acqua fredda.
Scaldare lo Sciacchetrà in un pentolino. Strizzare la gelatina, scioglierla bene nel vino caldo. Spegnere e lasciare intiepidire.
Versare il vino sulla crema pasticcera, mescolando bene. Unire con delizatezza la panna montata.

Per il croccante:
Staccare dalla colomba la copertura croccante (se vi sembra troppo morbida, passatela per circa 15 minuti in forno caldo a 150°) e spezzettatela.

Per la gelatina di rose.

Ammorbidite la gelatina in acqua fredda.
Scaldate lo sciroppo di rose. Strizzate la gelatina e fatela sciogliere nello sciroppo ben caldo. Lasciate raffreddare.

Montaggio:

Versate il cremoso ai pinoli e timo sul fondo dei bicchieri, aiutandovi con una tasca da pasticeria. Mettere in frigo per circa 20 minuti.
Ricavare da una fetta di colomba quattro dischi della misura del bicchiere. Bagnarli con lo Sciacchetrà ed inserirli nei bicchierini, posandoli sul cremoso.
Versate la bavarese allo Sciacchetrà in una tasca da pasticceria e riempire i bicchierini per circa 2 cm.
Riponete in frigo per 20 minuti
Con l’aiuto di un cucchiaino, create uno strato di croccante sulla bavarese.
Versate la gelatina di rose sul croccante e rimettete in frigo per altri 20 minuti.
Decorare ogni bicchiere con 9 lamponi e un rametto di timo

Comments 1

  1. Pingback: Piccole bavaresi ai pinoli e cioccolato bianco, con fichi e riduzione di Sciacchetrà La Melagranata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.