99 colombe, anzi di più!

99 colombe, anzi di più!

Che il 6 aprile dell’anno scorso un terrremoto abbia distrutto una delle città più belle del nostro Centro Italia, e moltissimi paesi d’Abruzzo, lo sappiamo tutti. Che attorno agli aiuti alla popolazione, intorno alla ricostruzione e alla gestione dell’emergenza ci siano ombre lunghe, affari loschi, interessi equivoci, lentezze inquietanti, omissioni vergognose..anche questo ci è noto. Ma n0n voglio oggi parlarvi di questo ( se volete andatevi a leggere questo interessantissimo blog) Come spesso succede, dopo le emergenze, quando le luci mediatiche si spengono, ci sembra che tutto sia risolto. In Abruzzo no. L’economia della regione ha sofferto immensamente: chi ha ancora un’azienda, fatica a vendere. Sono soprattutto l’artigianato e le piccole aziende a soffrire.

 

Perché ve lo dico? Perché Lydia ed Artemisia hanno avviato un progetto a cui noi tutte possiamo partecipare. Poche chiacchiere, solo un gesto semplice ed importante per aiutare una di queste piccole grandi realtà abruzzesi: l’Azienda Sorelle Nurzia, che produce torrone, pasticceria e, appunto, colombe pasquali. Qual è il progetto? Semplice: per Pasqua, proviamo ad ordinare alle Sorelle Nurzia la nostra colomba, o i prodotti che desideriamo. Lydia ed Artemisia hanno pensato anche ad un gioco: il 6 Aprile ognuna di noi pubblicherà sul suo blog ( e chi non ha blog sul Forum della Cucina italiana, su un blog ospitale, sul forum che si frequenta…) una ricetta che abbia come ingrediente un prodotto Sorelle Nurzia. In quattro giorni Lydia ed Artemisia hanno saputo riunire attorno a questo progetto ben più delle 99 colombe previste, 99 come le cannelle della fontana dell’Aquila. E speriamo che il numero aumenti ancora. E’ stato aperto un blog “99 colombe” su cui troverete informazioni, link utili, e dove potrete ordinare i prodotti. Qui e qui tutte le informazioni e una lettera, forte, dignitosa e coraggiosa, che Artemisia ha ricevuto da Mara, responsabile dei progetti speciali dell’Azienda. Sempre, ma mai come questa volta, la solidarietà è dolcissima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.